Horror: La Donna in Nero di Susan Hill

IMG_9274

(© Vavi Verlaine)

“Mi avevano rimproverato di essere un guastafeste, mi avevano incoraggiato a raccontare almeno una storia di fantasmi che sicuramente, come chiunque altro, dovevo conoscere. E avevano ragione. Si, io avevo una storia da raccontare, una storia vera, una storia di persecuzione e di malvagità, di paura e turbamento, di orrore e tragedia.” 
Questo racconto dell’orrore, regalatoci dalla scrittrice britannica Susan Hill, è una tra le storie inglesi di fantasmi più famosa.  
Il protagonista Arthur Kipps, attraverso il suo racconto, ci accompagna nei suoi ricordi più oscuri e spaventosi, avvenuti dopo le vicende di villa Drablow, nello sperduto villaggio di Crythin Gifford. 
I residenti del villaggio conoscono la verità che si cela dietro la casa delle defunta signora Drablow, situata oltre una palude e raggiungibile solamente con la bassa marea, ma nessuno sembra volerne parlare, poiché ne sono terrorizzati, sopratutto a causa di morti misteriose di piccoli innocenti.
L’avvocato, il signor Kipps è stato incaricato di gestire l’eredità della signora Darblow, ed è proprio studiando i documenti e soggiornando nella casa, che sarà testimone di avvenimenti inquietanti.
Il rumore di un calesse, seguito dal grido di una donna e di un bambino, e una presenza di una donna con il viso terrificante e vestita di nero, non faranno che alimentare la curiosità del protagonista, pagandola a caro prezzo. 
“La fissai, e lei fissò me. Non c’era alcun dubbio, i miei occhi non mi ingannavano: era proprio lei, la donna in nero dal volto devastato, il fantasma di Jennet Humfrye.”
(Susan Hill, The Woman In BlackPolillo Editore, pp.,2012)  
Questo libro è consigliato per tutti gli amanti del genere horror, appassionati di storie di fantasmi con sfumature gotiche. Un libro ottimo da leggere in una notte di autunno.
Non aggiungo altro, se non l’invito a leggerlo e a rimanere spaventati come lo sono rimasta io. 
Buona Lettura, 
Vavi Verlaine 
Genere: Storia di fantasmi, Horror fiction
Anno di Pubblicazione: 1983
Canzone che mi è venuta in mente leggendo il libro: Sweet Dreams, la versione di Marilyn Manson.
Film: Il primo adattamento cinematografico è The Woman in Black (1989) diretto da Herbert Wise e successivamente, nel 2012, è uscito il remake omonimo diretto dal regista James Watkins, con protagonista Daniel Radcliffe, nel ruolo di Arthur Kipps.
Inoltre dal romanzo è stato tratto l’omonimo spettacolo teatrale, che ha avuto il suo debutto nel 1987 a Scarborough, Regno Unito.
48353(Locandina del Film) 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...