Stephen King: Pet Sematary

IMG_6304

(© Vavi Verlaine)

Nell’omonimo testo, che il gruppo punk-rock Ramones dedicò al libro “Pet Sematary”di Stephen King, nel ritornello cantano: 

 

<< Non voglio essere seppellito in un cimitero per animali 
Non voglio vivere la mia vita una seconda volta >>

 

Volete sapere il perché? Beh se ne siete incuriositi, non dovete far altro che leggere uno dei libri, a mio avviso, più spaventosi del grande scrittore americano.

La storia inizia con una tragedia, ma che si rivelerà “minima” in confronto alle vicende ricche di suspense, che si svilupperanno nel corso della narrazione. 

Un padre distrutto per la morte del figlioletto investito, da un camion ad alta velocità, ma in modo sospetto, come avrete modo di leggere. 

Lasciatevi catturare dalla storia ricca di dettagli, un vero racconto maledetto, dove non c’è posto per la luce, ne per la pietà del Signore, ma solo per l’oscurità, che incombe sulla famiglia Creed. Una famiglia apparentemente normale, ma che si è trasferita nel posto sbagliato. 

Infatti dietro a casa loro, non molto lontano, si trova un cimitero per animali, dove i residenti della zona portano i loro animaletti, che in vita hanno amato così tanto, ma a sua volta dietro il cimitero, camminando per un sentiero tortuoso e ripido, si trova un campo dove chi viene seppellito, non sarà più lo stesso e a dettare le regole è il Wendigo, il diavolo nella cultura dei Nativi Americani. 

 

“Probabilmente sbaglia chi crede che vi sia un limite all’orrore che la mente umana può sperimentare.”

 

Per tutti gli amanti di Stephen King e per gli amanti dei veri romanzi dell’orrore, è un libro che non si può non leggere e averne paura, tuttavia regalerà davvero forti emozioni e soprattutto vedrete dove l’amore di un genitore si può spingere, quando la propia coscienza tocca il fondo. 

Buona Lettura, 

 

Vavi Verlaine 

 

Genere: Horror

Anno di Pubblicazione: 1983

Film: “Cimitero vivente” del 1989 diretto da Mary Lambert e “Pet Sematary” del 2019 diretto da Kevin Kolsch e Dennis Widmyer. 

Canzone che mi è venuta in mente leggendo il libro: “Pet Sematary” dei Ramones. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...